Lite sul lavoro finisce nel sangue: titolare accoltella un suo operaio

L'episodio nei giorni scorsi a Soresina: ferito un operaio 37enne di casa a Pian Camuno. Denunciato il datore di lavoro

Foto d'archivio

Dalle incomprensioni, alle coltellate. Una lite come tante, scoppiata per questioni lavorative, è degenerata nel sangue, rischiando di finire in tragedia. Protagonisti della vicenda, che si è verificata nei giorni scorsi nel Cremonese, un artigiano 38enne di origine egiziana e un operaio marocchino, suo dipendente, di casa a Pian Camuno.

Tutto è accaduto in strada, in via Dei Mille a Soresina: tra i due sarebbe scoppiato un furibondo diverbo. Dalle urla, alle minacce, fino alle coltellate il paso sarebbe stato piuttosto breve. Durante la lite, l'artigiano egiziano avrebbe improvvisamente impugnato un coltello ferendo il suo dipendente a una gamba.

Poi la chiamata al 112. L'operaio 37enne è stato trasportato all'ospedale di Cremona in ambulanza: per lui pare nulla di grave, solo una ferita superficiale che è stata medicata al Pronto Soccorso. Guai invece per il suo aggressore: l'artigiano egiziano è stato fermato e denunciato dai Carabinieri, intervenuti sul posto. Ora dovrà rispondere di lesioni, minacce aggravate e possesso ingiustificato di armi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento