Cronaca

Non rientra dall'escursione, scatta l'allarme: recuperato in piena notte

L’uomo è stato recuperato con il triangolo di evacuazione

Al Lago della Vacca si sono divisi, dandosi appuntamento a valle. Alle 21:30 però uno dei due non era ancora tornato, così è scattato l'allarme. È stata una notte impegnativa per una decina di uomini della V Delegazione Bresciana del Soccorso Alpino e dei tecnici dell'elisoccorso Areu di Como, ma fortunatamente la vicenda si è conclusa con un lieto fine. 

Protagonista involontario è un escursionista bresciano che assieme a un amico nella giornata di ieri ha raggiunto il Lago della Vacca. A quel punto i due hanno deciso di separarsi per proseguire verso valle da due vie differenti, uno seguendo il sentiero normale, l'altro scendendo in verticale verso la Val Paghera. Alle 21:30 uno dei due non si era ancora presentato al luogo di ritrovo, ed è partito l'allarme. 

I soccorritori si sono divisi in due gruppi. Individuato il disperso, in difficoltà in una zona impervia, è stato raggiunto e recuperato solo grazie al triangolo di evacuazione, un'imbracatura speciale per operazioni di evacuazione difficoltose, facile da utilizzare anche con persone stese a terra. Una volta a bordo dell'elicottero, l'uomo è stato trasportato in ospedale a Esine per accertamenti. Il velivolo ha poi recuperato i tecnici rimasti a terra nella zona di salvataggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non rientra dall'escursione, scatta l'allarme: recuperato in piena notte

BresciaToday è in caricamento