Sperduto sulla Cima Salimmo, in trenta alla ricerca di un ragazzo

Il giovane aveva perso l'orientamento. Impegnate nelle ricerche tre squadre di terra, supportate dall'elicottero per la logistica

Giornata di lavoro intenso per la V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino. Quattro gli interventi nelle ultime ore, tra Alta e Media Valle Camonica.

Il più importante giovedì sera, quando è scattato l'allarme per la ricerca di un giovane che aveva perso l'orientamento, mentre rientrava da Cima Salimmo, nella zona di Ponte di Legno.

Era uscito con un compagno di escursione, entrambi di Cazzago San Martino (BS), ma poi si sono persi di vista. L'altro ha raggiunto per primo la tappa di ritorno e quando ha visto che l'amico non rientrava, ha chiesto soccorso.

Sono quindi partite le squadre di terra del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), appartenenti alle Stazioni di Ponte di Legno, Temù ed Edolo, supportate dall'elicottero per la logistica. In tutto i tecnici volontari impegnati nell'intervento sono stati una trentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento