Cronaca

Sesso violento a Sirmione: sevizia la donna con un mazzo di chiavi

Condannato a cinque anni di carcere un uomo di 48 anni che avrebbe violentato e seviziato la giovane compagna, utilizzando anche un mazzo di chiavi

Torturare, maltrattare, sottoporre a crudeltà: questi i termini giuridici con cui s'intende la sevizia, il reato per cui un 48enne di Sirmione è stato condannato a cinque anni di carcere, a seguito dei maltrattamenti che avrebbe compiuto nei confronti della compagna.

La donna, ben più giovane di lui e originaria della Repubblica Ceca, sarebbe stata prima aggredita, poi seviziata e violentata mentre si allontanava di casa al termine dell’ennesimo litigio. Il corpo del reato, in questo caso, un mazzo di chiave.

Proprio una chiave incriminata sarebbe diventata l’oggetto sessuale che avrebbe dato il via alla violenza. I due avrebbero litigato rabbiosamente, la giovane donna si sarebbe allontanata per strada, assai poco vestita. L’uomo, accecato dall’ira, l’avrebbe dunque maltrattata e violentata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso violento a Sirmione: sevizia la donna con un mazzo di chiavi

BresciaToday è in caricamento