Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Falciato da una moto sulle strisce pedonali, muore in ospedale

Non ce l'ha fatta Bruno Mazzoldi, il pensionato di 83 anni - residente a San Felice del Benaco - travolto da una moto sulle strisce pedonali, a Raffa di Puegnago. E' morto al Civile dopo 55 giorni di agonia

Foto d'archivio

Ha resistito quasi due mesi, 55 giorni. Ma si è dovuto arrendere alle profonde ferite riportate in quella giornata terribile, il 16 dicembre scorso: stava andando a trovare la sorella, a Raffa di Puegnago, quando è stato investito da una moto, sulle strisce pedonali. Fratture al femore e al bacino, un polmone perforato: poi due arresti cardiaci, in ospedale, e perfino una gamba amputata.

Fa manovra con l'auto: nonno
travolge e uccide il nipotino

E' morto mercoledì mattina al Civile di Brescia il pensionato 83enne Bruno Mazzoldi, di San Felice del Benaco, dopo una lunga agonia. La magistratura ne ha disposto l'autopsia, per vagliare a fondo le cause del suo decesso. I funerali per ora sono 'congelati', in attesa del nulla osta: potrebbero svolgersi venerdì mattina o sabato pomeriggio.

Lo conoscevano in tanti, in paese era soprannominato il Ramato. Nato a Lonato nel 1932, ma a San Felice da una vita: aveva lavorato per anni al mollificio di via Zerneri, prima della meritata pensione. Era rimasto vedovo: la moglie Angiolina è morta nel 2007, a seguito di un infarto quando si trovava insieme al marito nel loro cascinale di Vobarno.

Tutta la comunità si unisce al cordoglio della famiglia: Bruno Mazzoldi lascia la sorella Carmen, i figli Pierangelo e Dania, la nipote Mara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falciato da una moto sulle strisce pedonali, muore in ospedale

BresciaToday è in caricamento