Cronaca

Si copre il volto, punta la pistola contro sua nonna per rubarle l’anello

Punta la pistola contro sua nonna per rubarle l’anello (la vecchia fede portata al dito), un gioiello da poche decine di euro ma dal grande valore affettivo.

Protagonista del (disumano) gesto, il nipote di una 85enne residente in un condominio del centro di Rovato. Si tratta di un bresciano di 30 anni (E.Q. le iniziale), con alle spalle un passato di piccoli reati e di tossicodipendenza.

I FATTI - Lo scorso 30 dicembre, il ragazzo ha suonato al campanello dell’anziana, la quale -  pensando fosse il figlio della vicina del pianerottolo - gli ha aperto la porta. Col volto coperto dal passamontagna, il giovane le ha intimato di consegnare soldi e oggetti di valore. Poi, non trovando nulla da arruffare, si è fatto consegnare l’anello che sua nonna portava al dito, con sopra inciso il nome del defunto marito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si copre il volto, punta la pistola contro sua nonna per rubarle l’anello

BresciaToday è in caricamento