rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Rovato

Il figlio dei vicini suona la batteria, lui estrae la pistola (giocattolo)

Esasperato dal rumore proveniente dall'abitazione dei vicini, un cittadino li ha minacciati con una pistola finta.

Dopo cinquanta giorni di quarantena (per il bene di tutti, anche il nostro) può essere difficile tenere a freno il nervosismo, ma certo questo non basta per giustificare il gesto di un cittadino, resosi protagonista di un gesto deprecabile. Il fatto è avvento nei giorni scorsi a Rovato.

In pieno giorno, il figlio dei vicini di casa dell'uomo si stava esercitando a suonare la batteria. Disturbato dal rumore proveniente dall'abitazione, lui si è fatto sentire chiedendo di interrompere la musica. Gli animi però si sono presto surriscaldati, tanto che l'uomo non ha esitato ad estrarre una pistola per minacciare i "rivali". 

Chiamati per placare gli animi, i carabinieri hanno bloccato l'uomo, scoprendo che l'arma che aveva utilizzato per minacciare i vicini era in realtà una postola-giocattolo. Ciò non è bastato per evitargli una denuncia a piede libero per minacce aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio dei vicini suona la batteria, lui estrae la pistola (giocattolo)

BresciaToday è in caricamento