Casa in fiamme, figlio e madre disabile salvati dai carabinieri-eroi

Tragedia sfiorata a Rovato, in un palazzo di proprietà comunale: incendio scatenato da un corto circuito al frigorifero, madre (disabile) e figlio salvati appena in tempo dai carabinieri

Foto d’archivio

Ancora una volta, tragedia sfiorata: incendio in un palazzo di proprietà comunale a Rovato, salvi per miracolo una donna disabile e suo figlio. Provvidenziale l'intervento di Vigili del Fuoco e Carabinieri: a scatenare l'inferno domestico, un corto circuito provocato da un malfunzionamento di un vecchio frigorifero.

L'allarme è stato lanciato ancora prima delle 8 di martedì mattina, probabilmente dai vicini. L'incendio è divampato improvvisamente in un appartamento di Via Bonomelli, all'interno di Palazzo Sonzogni (di proprietà comunale).

Eroico l'intervento dei carabinieri, che per primi sono entrati in casa e hanno liberato i due inquilini rimasti intrappolati. Le fiamme già bruciavano, eccome: i militari hanno varcato la soglia e letteralmente trascinato fuori madre e figlio rimasti dentro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento