Cronaca Via Solferino

Due agenti della Locale lo fermano, lui li sbatte a terra

Durante un normale controllo hanno fermato un 26enne sospetto, lui ha reagito violentemente, cercando di fuggire e di ingoiare la droga.

Una gita non programmata in ospedale, e una vacanza forzata di sette giorni. Questo l’esito di un “normale” controllo ad opera di due agenti della Polizia locale di Rovato, che si sono imbattuti in uno spacciatore tunisino violento. 

Erano le 12:45 di giovedì, 20 aprile, quando la vicecomandante della Locale, Silvia Contrini, e l’agente Ivan Policicchio, effettuando una perlustrazione nei pressi della scuola media statale Don Milano, in via Solferino, si sono imbattuti in un 26enne tunisino dai comportamenti sospetti. Una volta fermato, addosso all’immigrato residente a Palazzolo Sull’Oglio sono state trovate dosi di cocaina per cinque grammi complessivi. 

Il tunisino ha tentato in primo luogo di ingoiare la droga, avvolta in un involucro, poi ha opposto resistenza all’arresto cercando di fuggire e nella colluttazione ha scaraventato a terra violentemente i due agenti che ugualmente sono riusciti a bloccarlo mettendogli le manette. 

Mentre i due agenti venivano trasportati in ospedale a Chiari - dove le loro lesioni sono state giudicate guaribili in sette giorni - il tunisino, già arcinoto alle forze dell’ordine, veniva condotto in comando, dove gli sono state notificate le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due agenti della Locale lo fermano, lui li sbatte a terra

BresciaToday è in caricamento