Roè Volciano: drogato, da anni picchiava madre e fidanzata

Una storia di violenza domestica che durava da almeno due anni: arrestato dai Carabinieri di Salò un uomo di 30 anni residente a Roè Volciano. A causa dell'assunzione di droga picchiava ripetutamente madre e fidanzata

Picchiava la madre e la compagna da almeno due anni, trascinato dalla droga nel buio tunnel di una violenza quasi animalesca. Voleva soldi, voleva essere lasciato stare, non voleva essere contraddetto: se la prendeva con loro quasi quotidianamente, quasi accompagnava le sue crisi con le botte, la violenza.

In manette è finito un uomo di 30 anni, residente a Roè Volciano, prelevato direttamente dalla sua abitazione (che condivideva con la fidanzata di 26 anni e con la madre di 54) dai Carabinieri di Salò, a seguito dell’ultima e decisiva segnalazione.

Avevano infatti patito in silenzio, le due donne, subendo le angherie di un uomo malato per due anni e forse più. Negli ultimi tempi però la situazione era assai peggiorata, alle mani anche le cinghiate, le botte con il bastone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui la decisione di farla finita, avvisare i militari e far arrestare il 30enne, ormai incontrollabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento