Sfondano la vetrina di un bar, fuggono con una bottiglia di amaro

Magro bottino per i rapinatori che venerdì sera hanno fatto visita al bar dello stadio Zini di Travagliato, gestito dall'omonima società sportiva. Hanno forzato la cassa: non avendo trovato nulla hanno rubato una bottiglia di amaro

Serata da incubo per i soci e i tesserati della società sportiva dell'Aurora Travagliato e che gestiscono di concerto anche il bar dello stadio Zini, in Via Montegrappa. Venerdì sera intorno alle 23 è infatti scattato l'allarme: nelle stanze del locale sono entrati i ladri, hanno sfondato la vetrina e hanno forzato il registratore di cassa. Ma hanno recuperato soltanto poche monete, e una bottiglia di amaro.

Bottino magro: in cassa di contanti non c'enerano. Pare che comunque il gruppetto di rapinatori – una banda di tre persone – abbia tentato di fare il bis in un altro bar in paese. Allo stadio sono subito arrivati i Carabinieri, ma i ladri ormai si erano già dileguati.

Hanno scavalcato il cancello dello Zini, arrivando davanti alla vetrata del bar. Sfondata forse con una pietra, o con una mazza, e poi dentro di gran corsa per cercare di arraffare quanto più possibile. L'obiettivo era ovviamente il registratore di cassa: era vuoto se non per una manciata di monete. A quel punto avrebbero rubato una bottiglia di liquore, un amaro, forse solo per non fuggire a mani vuote.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

Torna su
BresciaToday è in caricamento