Manerba, 15 anni di Presepe Meccanico: un gioiello di Natale

I volontari dell'associazione Amici di San Bernardo raccontano la storia di quello che ormai è un appuntamento fisso per la Valtenesi e dintorni. Dal 1997 al 2011 una storia di minuzioso e preciso lavoro

Il Presepe Meccanico di Manerba del Garda festeggia i suoi primi quindici anni, un appuntamento natalizio che con il passare del tempo è diventato un vero riferimento del Natale della Valtenesi, richiamando visitatori curiosi e perché no anche i pochi turisti che si dilettano sul lago anche nel periodo invernale. Un lavoro preciso e minuzioso che è cominciato nel lontano 1997, con un piccolo spazio nella Chiesa di San Giovanni che è poi cresciuto a dismisura fino ai 240 mq occupati dall’edizione 2011.

Il merito va suddiviso tra i volontari dell’associazione Amici di San Bernardo. “Con un po’ di orgoglio possiamo dire di averlo costruito tutto noi – ci spiega il presidente Vittorio – che da 15 anni siamo volontari. L’ingresso è a offerta libera, e il ricavato ovviamente viene devoluto in opere di bene”. La struttura del Presepe è un piccolo capolavoro, tra diversi spazi e diversi paesaggi, il deserto e il verde, il lago con le barche e le montagne, addirittura due cascate, il vasto cielo che si illumina, mentre anche la luce cambia quando si passa dal giorno alla notte.

“Il giorno dura nove minuti, la notte circa uno e mezzo – aggiunge Rudy, altro Amico di San Bernardo – poi abbiamo la neve sparata dall’alto con una pompa, il vulcano che ogni due o tre minuti erutta e fa fumo, varie condizioni atmosferiche e tanti suoni, dalla musica ai temporali”. Il tutto è controllato da una centralina, un computer centrale e vari meccanismi che ne permettono il funzionamento, quasi perfetto. Di problemi infatti ce ne sono pochi, la struttura e i vari pezzi (oltre 500 in movimento!) sono molto stabili, non si rompono.

Un grande lavoro di volontariato, con i quattro protagonisti più significativi, i già citati Vittorio e Rudy, poi Aldo e Silvio. E un regalo per tutti quelli che entrano, un libro per i più grandi e un po’ di dolci per i più piccini. Il Presepe rimane aperto fino al 22 gennaio, aperto tutti i pomeriggi fino all’Epifania: dal 7 gennaio solo il sabato e la domenica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento