Manerba, 15 anni di Presepe Meccanico: un gioiello di Natale

I volontari dell'associazione Amici di San Bernardo raccontano la storia di quello che ormai è un appuntamento fisso per la Valtenesi e dintorni. Dal 1997 al 2011 una storia di minuzioso e preciso lavoro

Il Presepe Meccanico di Manerba del Garda festeggia i suoi primi quindici anni, un appuntamento natalizio che con il passare del tempo è diventato un vero riferimento del Natale della Valtenesi, richiamando visitatori curiosi e perché no anche i pochi turisti che si dilettano sul lago anche nel periodo invernale. Un lavoro preciso e minuzioso che è cominciato nel lontano 1997, con un piccolo spazio nella Chiesa di San Giovanni che è poi cresciuto a dismisura fino ai 240 mq occupati dall’edizione 2011.

Il merito va suddiviso tra i volontari dell’associazione Amici di San Bernardo. “Con un po’ di orgoglio possiamo dire di averlo costruito tutto noi – ci spiega il presidente Vittorio – che da 15 anni siamo volontari. L’ingresso è a offerta libera, e il ricavato ovviamente viene devoluto in opere di bene”. La struttura del Presepe è un piccolo capolavoro, tra diversi spazi e diversi paesaggi, il deserto e il verde, il lago con le barche e le montagne, addirittura due cascate, il vasto cielo che si illumina, mentre anche la luce cambia quando si passa dal giorno alla notte.

“Il giorno dura nove minuti, la notte circa uno e mezzo – aggiunge Rudy, altro Amico di San Bernardo – poi abbiamo la neve sparata dall’alto con una pompa, il vulcano che ogni due o tre minuti erutta e fa fumo, varie condizioni atmosferiche e tanti suoni, dalla musica ai temporali”. Il tutto è controllato da una centralina, un computer centrale e vari meccanismi che ne permettono il funzionamento, quasi perfetto. Di problemi infatti ce ne sono pochi, la struttura e i vari pezzi (oltre 500 in movimento!) sono molto stabili, non si rompono.

Un grande lavoro di volontariato, con i quattro protagonisti più significativi, i già citati Vittorio e Rudy, poi Aldo e Silvio. E un regalo per tutti quelli che entrano, un libro per i più grandi e un po’ di dolci per i più piccini. Il Presepe rimane aperto fino al 22 gennaio, aperto tutti i pomeriggi fino all’Epifania: dal 7 gennaio solo il sabato e la domenica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento