“Più civiltà dal popolo dell’happy hour, altrimenti si chiude”

Netta presa di posizione del sindaco di Salò Gianpiero Cipani che lamenta risse, ubriachezza e maleducazione, in particolare in riferimento alle serate musicali del giovedì organizzate da parecchi locali

Gli Happy Blue Hours di Salò (foto di repertorio)

SALÒ - Il sindaco non ci sta, e lancia un aut aut: “O si cambia o si chiude”. Come riporta Bresciaoggi, il sindaco di Salò Gianpiero Cipani ha preso posizione contro le serate musicali del giovedì, foriere di risse, maleducazione e inciviltà. 


Il primo cittadino ha dunque indetto una riunione con Pro Loco ed esercenti per manifestare il suo malcontento. 


A preoccupare Cipani gli atteggiamenti incivili da un lato e il mancato rispetto in alcuni casi delle norme sulle emissioni sonore. E il suo monito è chiarissimo: “O si cambia, o si chiude”.


Intanto sui social network in molti si scatenano, difendendo gli happy hour e derubricando risse e ubriachezza molesta a “fatti isolati, responsabilità di pochi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento