Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Limone, addio polemico di don Eraldo: "Paese pieno di pecoroni"

La lettera d'addio di don Eraldo Fracassi, il parroco di Limone sul Garda che poco prima delle elezioni comunali aveva deciso di lasciare l'incarico. Polemiche a distanza con sindaco e cittadini "pecoroni"

Un addio amaro, e non senza polemiche. Il parroco di Limone sul Garda, Eraldo Fracassi, ha lasciato le redini della sua parrocchia, e a poche settimane delle elezioni comunali che hanno confermato il sindaco Franceschino Risatti, unico candidato e unica lista.

A poco più di un mese dai risultati elettorali il prete di paese, ora a Bagnolo Mella, scrive in una lettera le motivazioni della sua scelta. Una decisione maturata ancora sul finire del 2013, e poi concretizzatasi di fronte all’evidenza.

“Prima di tutto – spiega il parroco – mi sono reso conto in ritardo che nel 2011 in paese ero praticamente rimasto solo a difendere la chiesa di San Pietro in Oliveto”. Memorabile lo striscione esposto fuori dalla chiesa, che chiedeva lo stop alla speculazione.

Poi, le elezioni comunali. Per don Eraldo un’occasione: “E invece nessun limonese si è presentato alle amministrative, anche se avrebbe potuto farlo. Forse perché siamo un paese pieno di pecoroni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limone, addio polemico di don Eraldo: "Paese pieno di pecoroni"

BresciaToday è in caricamento