menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
fonte: Facebook

fonte: Facebook

Un insetto lo punge, muore poco dopo: scomparso imprenditore di Rovato

L’autopsia eseguita sulla salma del 53enne ha svelato che la causa del decesso è una “banale” puntura d’insetto. Cordoglio in tutta la Franciacorta.

La puntura, il malore, l’arresto cardiocircolatorio, la morte, il tutto in pochissimi istanti. È deceduto così Paolo Brescianini, imprenditore 53enne di Rovato, molto noto in tutta la Franciacorta, scomparso giovedì mentre si trovava a Milano per l’inaugurazione del centro “Scalo Milano”. A risultargli fatale, a quanto pare, una banale puntura di insetto, sarà l’autopsia a fugare ogni dubbio. La salma dell’imprenditore sarà trasferita da Milano alla Casa del commiato di Chiari, da dove - probabilmente lunedì - ripartirà per il funerale. 

Appassionato di arte e di motori, specialmente d’epoca (una decina le sue partecipazioni alla Mille Miglia, l’ultima a maggio di quest’anno su una Fiat Balilla Coppa d’oro bordeaux del 1933), Bresciani ha lavorato per tanti anni per la concessionaria cittadina Mercedes Agricar, riuscendo anche ad aprire una filiale a Rovato. Negli ultimi anni era impegnato in diversi progetti, in giro per l'Europa, tra arte, musica e gastronomia.

Al momento non si sa se Brescianini sapesse di essere allergico alle punture di taluni insetti. Nel Bresciano, solo quest’anno il rovatese è già la seconda vittima: l’8 agosto scorso a perdere la vita fu il pensionato 72enne Luigi Richini, di Piamborno, punto da un calabrone mentre usciva dall’acqua ai Lidi Ferraresi, dove stava trascorrendo le vacanze. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento