menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Al lavoro sul tetto di un capannone, operaio precipita nel vuoto per 4 metri

Poteva avere conseguenze ben peggiori l'infortunio sul lavoro di martedì pomeriggio a Ome: in ospedale, ma in codice giallo, un operaio veronese di 42 anni

Un altro infortunio sul lavoro nella provincia bresciana: stavolta, per fortuna, senza gravi conseguenze. E' successo martedì pomeriggio a Ome, in un cantiere edile tra Via Corta e Via Primo Maggio: un operaio veronese di 42 anni è precipitato nel vuoto per oltre quattro metri, ma è caduto su di un “materasso” di imballaggio che ne ha significativamente ridotto l'impatto.

L'allarme è stato lanciato poco prima delle 14.30: sul posto la centrale operativa ha inviato l'automedica e un'ambulanza della Croce Rossa, che ha poi provveduto al trasporto in ospedale (in codice giallo al Civile), i carabinieri di Passirano per i rilievi, i tecnici del lavoro di Ats Brescia.

Un volo nel vuoto di 4 metri

Sono stati i colleghi che hanno assistito alla scena ad allertare il 112: il 42enne stava lavorando sul tetto di un capannone in ristrutturazione, quando improvvisamente la copertura ha ceduto. L'operaio è dunque caduto all'interno della struttura, precipitando appunto per più di quattro metri.

Fortunatamente, come detto, la brusca caduta è stata attutita dalla presenza di numerosi imballaggi di cartone. Per lui solo un grande spavento, lievi lesioni e forse qualche piccola frattura: medicato sul posto è stato poi accompagnato in ospedale. Sarà presto dimesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento