Prendono fuoco il letto e il divano: "La mia casa è infestata dai fantasmi"

Si sarebbe inventato tutto, così da ottenere la casa Aler del fratello ormai prossimo a trasferirsi in Inghilterra: la (strana) storia di una giovane coppia di pakistani residenti a Odolo

Foto di repertorio

Una storia che ha dell'incredibile, colma di fantasiosa creatività ma pure di un po' di ingenuità. Raccontata da Vallesabbianews, narra di un marito e di una moglie, e con loro due bimbe piccole di 6 e 9 anni, che pur di ottenere la casa Aler del fratello (che tra poco lascerà la Valsabbia per l'Inghilterra) si sono inventati una strana storia di fantasmi.

Tra l'altro smascherata immediatamente dai carabinieri, a cui Mohamed e la moglie (i protagonisti della vicenda) si erano rivolti per denunciare i presunti fantasmi. Eccola, l'ingenuità: credere che militari addestrati non fossero in grado di sciogliere subito i nodi della fantasiosa matassa.

E' andata più o meno così. A raccontare la storia è Zhoor, pakistano che abita a Odolo e presto andrà a vivere in Inghilterra, dove già ci sono amici e parenti. E' lui che spiega cosa sarebbe successo al fratello Mohamed, in Italia da un po' ma ancora “zoppicante” per quanto riguarda l'italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento