Cronaca Bovegno

Ruba ettolitri di gasolio in una cava: "Mi servivano soldi per pagare le bollette"

Si sarebbe giustificato così il 35enne di Bovegno pizzicato dai carabinieri di Vestone mentre asportava ettolitri di gasolio da una macchina da cantiere

Ladro di carburante per necessità: ha prelevato oltre 100 litri di gasolio da un macchinario da cantiere con l'intenzione di rivenderlo e ottenere i soldi per saldare i conti i sospeso. "Avevo bisogno di soldi per pagare le bollette" avrebbe detto il giovane uomo ai militari che lo hanno pizzicato in flagranza.

Sorpreso mentre aspirava carburante

Nei guai è finito un 35enne di Bovegno: domenica, in pieno giorno, si è introdotto in una cava di Mura per asportare il gasolio da una macchina di cantiere. Munito di tubo di gomma per aspirare il carburante e di taniche da 20 litri ciascuna, stava portando a termine il 'colpo' quando è stato interrotto dai carabinieri di Vestone.

La sua auto parcheggiata davanti all'ingresso della cava e  l'ingresso forzato per accedere all'area hanno infatti insospettito un dipendente della ditta che casualmente passava in zona. Immediata è scattata la chiamata ai militari, che si sono precipitati sul posto cogliendo il 35enne in flagranza di reato. L'uomo aveva già riempito oltre 5 taniche, asportando ben 110 litri di carburante.

L'arresto

Se il piano avesse funzionato avrebbe poi rivenduto il gasolio ad alcuni malgari che glielo avrebbero pagato 1 euro al litro. Per il 35enne, con precednti per spaccio e furto, sono invece scattate le manette. L'arresto è stato poi convalidato dal giudice: il giovane uomo è tornato in libertà in attesa della prossima udienza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba ettolitri di gasolio in una cava: "Mi servivano soldi per pagare le bollette"

BresciaToday è in caricamento