Esce a fumare e precipita dal balcone: la proprietaria a processo per omicidio colposo

La prossima udienza a luglio: la proprietaria dell'immobile in cui morì Dumitru Palamryuk è accusata di omicidio colposo. L'ipotesi del risarcimento

Sono passati tre anni esatti dal giorno della tragedia: era l'8 aprile del 2016. Quel giorno perse la vita il 39enne Dumitru Palamaryuk: stava fumando una sigaretta sul balcone di casa, in un condominio di Via Montegrappa a Brescia. Improvvisamente la ringhiera si è staccata, e lui è precipitato di sotto: un volo di circa 10 metri, che non gli ha lasciato scampo. A tre anni dall'accaduto la vicenda prosegue in tribunale.

Lo scrive il Giornale di Brescia: la proprietaria dell'immobile è stata iscritta nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo. Il pubblico ministero ne ha però chiesto l'assoluzione, a margine dell'ultima perizia tecnica da cui sarebbe emerso un difetto di fabbricazione.

Lo stabile venne costruito negli anni '30: è passato troppo tempo per risalire ai progettisti e a chi ha costruito il palazzo, per vagliare eventuali responsabilità. Ma il processo continua: la prossima udienza è stata fissata a luglio.

In aula, oltre alla proprietaria dell'immobile, ci sono anche i familiari di Palamaryuk. Ad oggi la famiglia non è ancora stata risarcita. Forse sarà il giudice a stabilire una somma. Ma dal punto di vista penale la prospettiva è quella di una richiesta di assoluzione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

  • Orrore davanti a turisti e passanti: donna si mozza un dito al porto

Torna su
BresciaToday è in caricamento