Bastonate in faccia e sulla schiena per l'elemosina al supermercato

Un ragazzo di 26 anni è stato violentemente picchiato all'ingresso del supermercato Lidl di Manerba del Garda: aggredito da due rumeni senza fissa dimora, per motivi legati all'elemosina

Botte da orbi fuori dal supermercato per l'elemosina: mendicante straniero salvato appena in tempo dall'intervento dei carabinieri. I militari del comando di Manerba sono intervenuti, probabilmente a seguito della segnalazione di qualche passante, sabato mattin al Lidl di Via Trevisago.

Altri due mendicanti, di origine rumena e senza fissa dimora, si erano scagliati conto un giovane nigeriano, un ragazzo di 26 anni che come loro intendeva iniziare a chiedere l'elemosina ai passanti, prima dell'ingresso del frequentatissimo supermercato.

Tutto è successo in pochi attimi: la discussione si è fatta accesa, e i due l'hanno aggredito con inaudita violenza. Si sono attrezzati con un bastone di legno, lo hanno colpito più volte al volto, sulla schiena e sulle gambe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento