Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Spara a un gatto poi lo lancia dalle scale: rischia multa da 6mila euro

L’ennesimo caso di maltrattamento di animali arriva dalla Bassa, dove un 58enne si è accanito contro una gattina di nome Sissi

Nient’altro che una vendetta. A muovere la mano di un 58enne residente a Orzinuovi è stato lo spirito di vendetta nei confronti dei gatti, in passato responsabili dell’uccisione di alcuni suoi esemplari di volatili anche molto pregiati. La storia che arriva dalla Bassa Bresciana ha come protagonisti il 58enne appassionato di ornitologia, una gattina tigrata di razza europea di nome Sissi e un impiegato a spasso con il proprio cane. 

Alle sette del mattino, come sempre, l’impiegato stava facendo passeggiare il proprio quattrozampe in una zona periferica del paese quando ha sentito un colpo di fucile, seguito da urla e lamenti di un gatto. Avvicinatosi all’abitazione dalla quale proveniva il trambusto, l’uomo ha visto la gattina Sissi che veniva scaraventata a calci lungo le scale della casa, gravemente ferita. L’impiegato ha riconosciuto il felino ed ha immediatamente avvisto la proprietaria. Il tutto è raccontato stamane sulle colonne di Bresciaoggi. 

Per medicare Sissi è stato necessario un intervento chirurgico da parte di un veterinario di Roncadelle che ha estratto il proiettile, fermatosi a pochi millimetri dall’arteria del collo, dalla zampa anteriore dell’animale. Mentre la gattina era sotto i ferri, i Carabinieri di Orzinuovi hanno fatto visita al 58enne, sequestrandogli la carabina ad aria compressa e denunciandolo per maltrattamento di animali. Qui si è scoperto che l’uomo avrebbe agito per vendetta: rischia una multa fino a 6mila euro, oltre che una condanna penale.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara a un gatto poi lo lancia dalle scale: rischia multa da 6mila euro

BresciaToday è in caricamento