Univiersità di Brescia, Endocrinologi: "Meno bisturi con farmaci innovativi"

All'Università degli Studi di Brescia il convegno 'Clinical update in endocrinologia e metabolismo' organizzato dal direttore della Cattedra di endocrinologia, Andrea Giustina

Nuove speranze per affrontare la malattia di Cushing, l'acromegalia ed il gigantismo arrivano dai massimi esperti di endocrinologia riuniti a Brescia nel convegno 'Clinical update in endocrinologia e metabolismo' organizzato da Andrea Giustina, direttore della Cattedra di endocrinologia dell'Università degli Studi di Brescia.

Le nuove prospettive vengono dai risultati delle sperimentazioni condotte con pasireotide, un farmaco che - si legge in una nota dell'ateneo bresciano - si è dimostrato efficace nel controllare la produzione di ormoni che danno origine alle due patologie.

"La speranza - ha dichiarato il professor Giustina - è di poter trattare con la terapia medica un numero sempre più elevato di pazienti" che in precedenza potevano essere trattati solo con il ricorso alla chirurgua dell'ipofisi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento