Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Longhena

Aperta da più di un secolo, bottega bresciana chiude i battenti per sempre

Il paese s'interroga sul suo futuro: la bottega dei Mangiavini ha chiuso a fine anno, ha chiuso anche la banca e presto non ci saranno più né medico né farmacista. Longhena è quasi un paese fantasma

In quella bottega si vendeva un po' di tutto, aperta per la prima volta ormai più di un secolo fa. Ma adesso ha abbassato le serrande, le ha chiuse per sempre: come racconta il Corriere della Sera è un triste addio, in un paese che “perde gli abitanti” e in un territorio dove “crescono i centri commerciali”.

Il paese è Longhena, nella Bassa Bresciana, il negozio che ha chiuso per sempre è la bottega che da 32 anni era gestita dalla famiglia Mangiavini. Ma come detto la storia del negozio era cominciata da lontano, da molto lontano: venne aperta ai primi del '900, sempre a gestione familiare. Prima la famiglia Vecchi, poi i Francesconi, i Rongaroli, adesso Mangiavini.

A quanto pare da tempo non c'era più niente da fare. Da una parte i centri commerciali, inaugurati a colpi di doppietta, due a Dello e due ad Azzano Mella. Poi c'è la storia del paese, che lentamente si spegne, meno di 600 abitanti e nascite a quota zero, e un solo matrimonio in un anno.

Un paese che un po' alla volta sarà un paese fantasma: la storica bottega ha chiuso alla fine dell'anno, in quel periodo giù il sipario anche per l'unica banca di Longhena. Nei prossimi giorni chiuderanno i battenti anche il medico e il farmacista. Rimangono in pochi: il panettiere, davvero l'ultima bottega rimasta, e la parrucchiera. Poi sarà davvero tutto finito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperta da più di un secolo, bottega bresciana chiude i battenti per sempre

BresciaToday è in caricamento