menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza coronavirus: "La Lombardia diventi tutta zona rossa per l'economia"

Le parole del vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala

"Chiederemo al Governo di attuare misure shock sul modello del Ponte Morandi di Genova, riconoscendo alle imprese liquidità come sostegno per mancato guadagno. Tutta la Lombardia diventi economicamente zona rossa".

Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, intervenendo al consueto 'punto stampa' sul coronavirus nel quale ha illustrate le valutazioni e le necessità emerse in occasione del tavolo "Patto per lo Sviluppo", convocato martedì a Palazzo Lombardia, che ha condiviso un pacchetto di interventi da presentare al Governo. La Lombardia chiede un commissario straordinario per le imprese sul modello 'ponte Morandi'.

La Regione chiede che le aziende colpite dall'attuazione delle ordinanze possano godere di un sostegno per mancato guadagno o per disdette, facendo riferimento alla media degli ultimi 3 anni fino ad un massimo di 200.000 euro.  

Emergenza Coronavirus, arrivano nuovi medici e infermieri

Entro la metà di marzo Regione Lombardia potrà contare su "350 nuovi neolaureati infermieri" che saranno "immessi mediatamente all'interno dei nostri ospedali": lo ha annunciato l'assessore al Welfare Gallera. "Nel frattempo sta partendo anche il reclutamento dalle strutture private e su coloro che erano in quiescenza, cioè medici e infermieri ormai in pensione", ha spiegato ancora l'assessore.

Neolaureati e medici in pensione, ma anche membri della sanità militare: "Abbiamo ricevuto una telefonata del ministro Guerini che mi comunicava che nei prossimi giorni saranno disponibili 14 medici e 20 infermieri della Sanità Militare che nell'arco di 10 giorni saliranno a 20 medici e 20 infermieri", ha poi concluso Gallera.

Critica, invece, la situazione nei reparti di terapia intensiva. In totale la Lombardia ha predisposto 827 posti e di questi 220 sono riservati alle emergenze da Coronavirus. In Regione sono però ottimisti sotto questo aspetto: c'è ancora un buon margine di ampliamento, si stanno predisponendo altri posti che saranno pronti nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento