Cronaca

Evasione da 80 milioni di euro: la truffa di imprenditori e impiegati delle poste

Le indagini della Guardia di Finanza: truffa milionaria al fisco dal lago d'Iseo alle valli bergamasche, coinvolte in tutto 16 persone tra imprenditori e impiegati e dirigenti delle poste. Un "buco" da 80 milioni di euro

Truffa milionaria al fisco, dal lago d’Iseo alle terre bergamasche: il conto (salatissimo) "misurato" dalla Guardia di Finanza supera gli 80 milioni di euro tra ricavi non dichiarati ai fini Ires e Irap, e altri 10 milioni di Iva non versata.

L’organizzazione coinvolgeva non solo imprenditori locali, ma anche impiegati e dirigenti degli uffici postali addetti a movimentare il contante: a capo del sodalizio un bresciano di 45 anni, residente a Iseo.

Titolare di un’azienda specializzata nel commercio di metalli, da solo avrebbe frodato al fisco la bellezza di 8 milioni di euro, in due anni dal 2009 al 2011.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione da 80 milioni di euro: la truffa di imprenditori e impiegati delle poste

BresciaToday è in caricamento