In processione per la droga, per comprare la cocaina si andava davanti alla fabbrica

Arrestato un pusher marocchino: la sua zona di spaccio era l'area industriale del paese

Aveva scelto una zona isolata e non frequentata nelle ore serali per incontrare i clienti e spacciare cocaina. Peccato che proprio il continuo e ingiustificato viavai di auto dalla zona industriale del paese abbia insospettito i carabinieri di Isorella che hanno stroncato il suo business illegale.

Durante un controllo della zona industriale di Isorella, i militari hanno immediatamente individuato il pusher: alla vista della pattuglia ha tentato di fuggire a gambe levate. Bloccato e poi perquisito, è stato trovato in possesso di 9 dosi di cocaina e di 710 euro in contanti, ritenuti frutto dell’attività di spaccio.

I carabinieri hanno quindi arrestato l’uomo - un 32enne marocchino senza fissa dimora - per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Sottoposto a rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto il divieto di dimora nella provincia di Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento