Sbalzato dal trattore dopo lo schianto: anziano agricoltore in ospedale

Una gran botta dopo lo schianto contro un muretto: ricoverato in ospedale a Gavardo un anziano agricoltore di 85 anni, residente a Preseglie. Lo schianto lungo la Ss237 del Caffaro

Foto d'archivio

Sbalzato dal trattore dopo lo schianto, anziano agricoltore se l'è vista davvero brutta. Allarme rientrato, per fortuna: da un più preoccupante codice rosso a un più rassicurante codice giallo. Ma comunque un grande spavento, e un intervento di recupero tutt'altro che facile (con la strada che è rimasta chiusa per oltre un'ora).

Tutto è successo mercoledì sera intorno alle 20, quando il sole già volgeva al tramonto (l'inesorabile incedere dell'autunno): a Preseglie, lungo la Ss237 del Caffaro, un uomo di 85 anni che abita in paese ha perso il controllo del suo mezzo, un grosso trattore agricolo, ed è andato a sbattere contro un muretto.

A seguito del violento impatto l'anziano agricoltore è stato sbalzato dall'abitacolo, ed è caduto rovinosamente sull'asfalto. Sono stati gli automobilisti di passaggio a dare l'allarme al 112: la centrale operativa ha inviato sul posto l'automedica e l'ambulanza dei volontari di Odolo, oltre ai Vigili del Fuoco.

Le sue condizioni parevano inizialmente molto gravi: avrebbe pure perso conoscenza dopo la gran botta. Ma con il passare dei minuti l'allarme è rientrato. L'ambulanza lo ha accompagnato in ospedale che erano circa le 21: è stato ricoverato a Gavardo, ma solo per accertamenti. Sembrerebbe tutto a posto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

Torna su
BresciaToday è in caricamento