menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglia sterminata in autostrada: maxi colletta per organizzare i funerali

La petizione è stata lanciata sul web dalle famiglie delle vittime del terribile incidente di martedì scorso, sull'auotostrada A21: in pochi giorni raccolti già quasi 29mila euro

Ci sono tanti, tantissimi francesi: come è giusto che sia. Ma un po' alla volta non mancano nemmeno gli italiani: gli ultimi in ordine di apparizione sono Eleonora, Roberto, Thomas, Emanuele, Ylenia. Insieme a Patrick e Martine, Renée e Marie, Anna e Remì, sono quelli che con una piccola donazione (da 5, da 10 o da 20 euro, ma anche da 50) stanno aiutando la famiglia Kornatowski a organizzare il funerale delle cinque persone morte sulla A21 mentre erano in vacanza in Italia.

In quella mattinata terribile, poco più di una settimana fa, hanno perso la vita sei persone: il camionista di origini macedoni che avrebbe provocato lo schianto (ma non è finita: la Polizia indaga e sta cercando un altro camion, che non si sarebbe fermato) e con lui tutti quelli che erano a bordo della Kia Sportage centrata in pieno dal mezzo pesante, e poi travolta dalle fiamme.

Tutti giovani, giovanissimi: mamma Sabrina e papà Wilfrid, di 29 e 32 anni, sui sedili posteriori i due figli della coppia, Nolan di 7 anni e Lina di appena 2, poi il fratello del conducente, Mathéo di 13 anni. Sono tutti morti carbonizzati all'altezza del casello di Brescia Sud, tra Montirone e Poncarale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

  • Coronavirus

    Vaccino: un bresciano su quattro ha già ricevuto almeno la prima dose

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento