Terribile schianto in autostrada: morto operaio, padre di due giovani figli

Terribile schianto sulla A7: a perdere la vita due operai di ritorno da una lunga giornata di lavoro. Tra i due anche il 53enne Enrico Lazzaroni, padre di due figli, residente sul lago d'Endine

Foto d'archivio

Una botta violentissima: gli operai non sarebbero morti sul colpo, ma a poche decine di minuti dall'incidente, non appena arrivati in ospedale. Per liberare i feriti, incastrati tra le lamiere, si è reso necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco. Sul posto anche automedica e ambulanze, l'elisoccorso che ha provveduto al trasporto dei due operai in ospedale.

In condizioni disperate, e che purtroppo poco più tardi non ce l'hanno fatta. Le salme dei due operai sono ancora all'ospedale di Pavia, a disposizione della magistratura che ne ha disposto l'autopsia. Lacrime e rabbia nel piccolo Comune di Monasterolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Enrico Lazzaroni era conosciuto da tutti: faceva l'operaio, lavorava per la Isolgamma di Casazza, nella Bergamasca. Nato e cresciuto sul lago d'Endine, si era sposato una trentina d'anni fa con Monica, da cui ha avuto due figli, Luca e Nicola, di 25 e 26 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Coronavirus, allarme focolaio nel Mantovano: 97 positivi in un'azienda agricola

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento