Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Torbiato

"Stai attento Antonio", muore in bici sotto gli occhi del fratello

La tragedia inaspettata di Antonio Aiardi, 78enne bergamasco che ha perso la vita in sella alla sua bicicletta, all'altezza di Torbiato di Adro. Inutili i tentativi di rianimarlo: il ciclista è morto sul colpo

Morto, sul colpo. In una tragedia così assurda che non sarà facile dimenticare. Nel pomeriggio di martedì, lungo la strada che porta a Torbiato, nel cuore della Franciacorta: una gita fuori porta per un gruppo di ciclisti, partiti un paio d’ore prima da Brignano d’Adda.

L’uomo di punta, in cima al drappello, piega la testa per sfilare la sua borraccia, per bere un sorso d’acqua. Ma improvvisamente perde il controllo della bicicletta, esce fuori strada e finisce per sbattere la testa contro un albero.

Un impatto fatale, e il decesso immediato. Inutili i disperati tentativi degli amici in sella, o del fratello Giancarlo: inutile anche l’intervento di due ambulanze del 118. Sul posto, per i rilievi, gli agenti di Polizia Locale e Polizia Stradale.

Nella ricostruzione dell'incidente anche i concitati attimi in cui il fratello si accorge della 'sbandata', lo chiama con tutta la voce che ha in corpo: "E' successo quando ha preso in mano la borraccia - racconta -. Ho provato in tutti i modi ad avvertirlo: gli ho urlato 'attento Antonio, attento' ma è stato inutile". Antonio Aiardi aveva 78 anni, pensionato. Abitava nel bergamasco: lascia una moglie, e una figlia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stai attento Antonio", muore in bici sotto gli occhi del fratello

BresciaToday è in caricamento