Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Minaccia di suicidarsi, lancia in strada piatti e pentole contro i carabinieri

L’allarme è stato lanciato dalla moglie, poi fuggita di casa

Foto di repertorio

Sabato pomeriggio di follia in via Baracca a Ghedi. Un uomo di 60 anni, in evidente stato di alterazione psico-fisica, ha dato in escandescenze in un appartamento al terzo piano di una palazzina.

Dopo essere rientrato a casa, ha iniziato a prendersela con la moglie. Quest’ultima, visto che la situazione stava degenerando, ha chiamato le forze dell’ordine e ha abbandonato l’abitazione. 

All’arrivo dei carabinieri, il 60enne ha iniziato a minacciare di gettarsi nel vuoto. Sono quindi arrivati i vigili del fuoco, che hanno preparato il telo gonfiabile, pronti a salvargli la vita in caso fosse saltato.

A questo punto la situazione è peggiorata ulteriormente: l’uomo ha iniziato ad afferrare piatti e pentole lanciandole addosso a militari e ai pompieri. Ha pure preso un giornale e, dopo avergli dato fuoco, l’ha gettato contro il telo salvavita, danneggiandolo.

Ai carabinieri non è restata altra scelta che intervenire per immobilizzarlo: hanno prima dovuto schivare un’accetta lanciata dall’esagitato, che, una volta bloccato, è stato preso in consegna dai medici e portato in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di suicidarsi, lancia in strada piatti e pentole contro i carabinieri

BresciaToday è in caricamento