menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccia coca davanti ai ragazzini al parco: sarà espulso

È finito con l’arresto il pomeriggio di lavoro per un pusher bloccato al parco pubblico di Ghedi grazie alla segnalazione di alcuni testimoni oculari.

In pieno giorno, a poca distanza dai bambini che giocavano ignari sui giochi e sul prato del parco pubblico di via Dante a Ghedi. Questa la postazione privilegiata di lavoro per un pusher marocchino di 29 anni, bloccato dagli agenti della Polizia Locale dopo la segnalazione dei residenti. 

A raccontare come sono andate le cose è il comandante degli agenti Enrico Cavalli, che ha lodato i cittadini che hanno fatto la telefonata al comando. Nel pomeriggio di giovedì 26 maggio una telefonata giunta al comando di Polizia Locale di Ghedi raccontava che un presunto spacciatore era in azione al parco di via Dante. Gli agenti, in borghese, si sono recati sul luogo e lì si sono appostati tra le 15:30 e le 18:30, potendo assistere di persona agli affari del marocchino. 

Almeno tre le cessioni di coca testimoniate, al prezzo di 20 euro l’una. L’immigrato è stato infine fermato e denunciato, sequestrata la droga e il denaro frutto dello spaccio. Nella giornata di ieri il Prefetto ha disposto la sua espulsione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento