Via il convento, via il frantoio: arriva il cemento (ma di lusso)

Fa rumore la notizia del nuovo progetto di recupero dell'ex convento francescano – dove trovava posto anche una storica cooperativa agricola – di Gargnano. Il futuro? Alloggi di lusso e un parcheggio multipiano

Al posto del vecchio convento un residence di lusso. Altre due ville al posto del parcheggio pubblico. E la memoria del convento francescano – leggenda vuole che sia stato proprio San Francesco a volerne la fondazione – di pari passo con la struttura che un tempo ospitava l'oleificio Società Lago di Garda, una delle prime cooperative agricole d'Italia, potrebbe lasciare posto ad alloggi e residence costosissimi. Lo scrive BresciaOggi.

Siamo a Gargnano, uno dei Comuni gioiello del Benaco. La storia è nota: nel 2008 il progetto di recupero dell'area, nel 2011 il via ai lavori, nel 2013 lo stop voluto dalla Soprintendenza su spinta del locale Comitato per Gargnano Storica. Adesso le carte si aggiornano, e sul tavolo c'è un nuovo progetto.

Un progetto che vorrebbe aumentare la quota di residenziale a discapito della struttura storica. Di pubblico rimarrebbero soltanto le stanze del chiostro e del museo, al piano terra. E dall'originale convenzione scomparirebbero anche i 32 parcheggi liberi, sostituiti però da un centinaio di posti auto ricavati dal parcheggio multipiano programmato sotto il campo sportivo dell'oratorio.

La storia è a un passo: il convento francescano pare sia originario addirittura del XIII secolo, oltre a questo i macchinari e i residui della cooperativa che non spremeva solo l'olio né tantomeno raccoglieva solo i limoni, ma lavorava pure alla spremitura delle bacche d'alloro. Ai posteri l'ardua sentenza, questa volta di cemento. 

“Una comunità che perde la memoria storica la si può paragonare ad una pianta che viene sradicata – si legge sul sito web del Comitato - : è destinata a morire. Senza passato non vi è futuro. Ci si emargina dalla storia e per conseguenza nascono tutte le altre emarginazioni, poiché è stato perpetrato il tradimento dei valori che i nostri padri ci hanno affidato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento