Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Gargnano / SS45bis

I semafori 'intelligenti' vanno in tilt, automobilisti prigionieri della Statale

Succede, ancora, lungo la Gardesana: nel weekend il malfunzionamento del semaforo che si trova tra Gargnano e Tignale ha mandato in tilt il traffico. Le proteste del sindaco di Tignale.

Code chilometriche e davvero interminabili. Automobilisti imbottigliati nel traffico così a lungo da credere che i forti disagi fossero dovuti a un grave incidente. Timori infondati: a mandare letteralmente in tilt il traffico sulla Statale 45bis,  per tutto il weekend,  è stato il malfunzionamento di un cosiddetto semaforo 'intelligente', quello posizionato all'altezza dei primi tunnel tra Gargnano e Tignale. Per tutto il fine settimana in quel tratto si è circolato a senso unico alternato e la viabilità è andata nel caos. E non è nemmeno la prima volta. 

A raccogliere e sintetizzare in una lettera inviata all'Anas (azienda che ha competenza sulla Gardesana) le proteste di tanti, tantissimi, automobilisti è stato il sindaco di Tignale Daniele Bonassi. Per ora l'unico primo cittadino dei comuni interessati dai gravi disagi a farsi portavoce del malcontento.

La protesta del sindaco

"Nuovamente a distanza di pochi mesi, mio malgrado, devo segnalare la necessità di provvedere tempestivamente al ripristino delle piena funzionalità del semaforo intelligente posto sulla 45 bis tra Tignale e Gargnano. Già sabato sera mi è stato segnalato che detto dispositivo funzionava a senso unico alternato, causando code e ritardi per più di 30 minuti. Tale problema ha causato quindi disagi per tutta la domenica e persiste anche oggi (lunedì ndr). Posso capire che una problematica ad un impianto tanto complesso è possibile che si verifichi, ma gradirei che almeno i comuni interessati venissero informati tempestivamente al fine di inviare apposita comunicazione a tutti i cittadini - si legge nella missiva -. Inoltre vorrei ricordare che in questi casi la viabilità alternata dovrebbe essere regolamentata, almeno in orario diurno, da movieri non da un semaforo."

Fortuna ha voluto che il guasto non sia avvenuto in piena stagione turistica, ma il bicchiere è ormai colmo, come si evince dalla parte conclusiva della lettera, in cui  Bonassi pungola l'ente nazionale per le strade: "Vorrei anche sapere per quale ragione non sia possibile in questi casi intervenire con tempestività al ripristino dell’impianto semaforico 'intelligente'. So che molte volte il problema è causato da una scheda costosa e non di facile reperimento, ma mi chiedo perché Anas non abbia già a disposizione tali pezzi di ricambio al fine di poter intervenire prontamente limitando i disagi."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I semafori 'intelligenti' vanno in tilt, automobilisti prigionieri della Statale

BresciaToday è in caricamento