"Sono in stazione, vienimi a prendere": poi scompare nel nulla

Di lui non si hanno notizie da quasi una settimana: l'ultima telefonata domenica notte, dalla stazione di Rovato. Poi di Gabriele Favalli nessuna traccia

Gabriele Favalli

Di lui non si hanno notizie da quasi una settimana, da domenica scorsa: si chiama Gabriele Favalli, 34 anni di Brescia, dove abita con la madre, avvistato per l'ultima volta in stazione a Rovato. La sua storia è già stata segnalata anche da “Chi l'ha visto”, la storica trasmissione televisiva di Rai Tre sulle persone scomparse.

Capelli corti, quasi rasati, occhiali e occhi azzurri, alto circa 1 metro e 80: è uscito di casa a piedi domenica 3 giugno, alle 9.30 circa. Aveva con sé sia il cellulare che il portafoglio con carte e documenti. Si è fatto vivo dopo oltre 12 ore.

Ha telefonato che era quasi l'1.30, ha chiamato a casa dicendo di aver perso l'ultimo treno e di non poter più tornare, dalla stazione di Rovato. Si è mosso il fratello: ha preso l'auto ed è arrivato in stazione, ma di Gabriele già nessuna traccia.

Alcuni testimoni avrebbero comunque confermato di averlo visto in stazione, e sarebbe pure stato inquadrato dalle telecamere di videosorveglianza. Gli ultimi indizi, poi più niente: il cellulare spento, nessun ricovero in ospedale. In queste ore si rinnova l'appello dei familiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultima volta che è stato visto indossava una polo scura, pantaloni corti e scarpe da ginnastica. Forse portava con sé anche uno zaino nero. Come detto, il suo cellulare è staccato ormai da giorni. Saranno da verificare gli ultimi movimenti bancari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento