menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva recuperata dai carabinieri

La refurtiva recuperata dai carabinieri

Topo d'auto incastrato dopo decine di furti: a casa aveva un bottino da capogiro

L'ha fatta franca a lungo, ma alla fine i carabinieri sono riusciti a dargli un nome. Almeno 15 furti accertati, ma potrebbero essere molti di più

Una carriera di tutto rispetto. Un 27enne residente a Roccafranca, S.V. le sue iniziali, è stato arrestato in seguito a una lunga indagine congiunta compiuta dai carabinieri di Castrezzato assieme ai colleghi di Limbiate, in provincia di Milano. A finire in manette un giovane responsabile di almeno 15 furti messi a segno tra Castrezzato, Castelcovati e Roccafranca. 

L'indagine è partita addirittura a ottobre 2019, in seguito a una serie di furti su auto in sosta, gli obiettivi preferiti dal ladro. Approfittando dei brevi periodi in cui rimanevano incustodite sui sedili delle auto, il ladro rubava le borse delle madri che ritiravano i figlioletti negli asili e nelle scuole del territorio. Spesso, al furto si aggiungevano i prelievi dal bancomat delle vittime. 

Grazie proprio alle videocamere di sorveglianza degli istituti di credito, e a quelle nei pressi delle scuole, i militari sono giunti all'identificazione del ladro, che si spostava su una Opel Corsa. Nei mesi scorsi l'uomo, disoccupato, era stato rintracciato anche nel milanese, a Limbiate, dove si è recato per trovare alcuni parenti. A casa del ladro sono stati trovati ben 14 borsellini, 6 borse, 5 paia di occhiali e due telefoni cellulari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento