Cronaca

Senza patente, fugge contromano ai carabinieri: 5mila euro di multa

Al posto di blocco non si ferma e anzi accelera, seminando il panico con testacoda e semafori rossi saltati

Una folle fuga a 130 chilometri orari in paese, bruciando semafori rossi, viaggiando contromano in senso unico, facendo pure un'inversione di marcia in testacoda. Non si tratta di un film d'azione girato nella nostra provincia, bensì di un inseguimento vero e proprio andato in scena a Quinzano d'Oglio. 

Protagonisti della vicenda gli agendi di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Verolanuova e un immigrato marocchino di 31 anni a bordo di una Fiat Grande Punto. Venerdì sera i militari avevano allestito un posto di blocco nel centro storico del paese bassaiolo. Il 31enne, senza patente perché gli era stata revocata per guida in stato di ebbrezza, anziché fermarsi all'"alt" dei carabinieri ha accelerato cercando la fuga. 

Dirigendosi dal centro verso la periferia, seguito dalla pattuglia, ha raggiunto la velocità di 130 km/h, non ha rispettato due semafori ed ha eseguito un'inversione di marcia con tanto di testacoda. I militari, tenendosi a distanza per non aumentare la pericolosità della guida del fuggitivo, e non costringerlo ad aumentare ulteriormente la velocità, non lo hanno mai perso di vista, fino a che questi è arrivato a casa ed ha parcheggiato l'automobile. Mentre stava per entrare nell'abitazione, pensando di averla fatta franca, i carabinieri sono arrivati a lo hanno bloccato. Denunciato a piede libero, è stato sanzionato con una multa da 5mila euro ed è stato sottoposto il fermo amministrativo all'auto per un periodo di tre mesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza patente, fugge contromano ai carabinieri: 5mila euro di multa

BresciaToday è in caricamento