Cronaca

Siluro da record liberato nel fiume: pescatori multati dalla Regione

Multa di 50 euro per i gemelli Dino e Dario Ferrari, i pescatori del pesce siluro da record pescato nelle acque del Po, una 'bestia' da 2 metri e 67 centimetri per oltre 127 chili di peso

Un siluro da record, forse il secondo per peso e misure che la storia italiana ricordi. Pescato nel cuore del fiume Po, all’altezza di Casalmoro tra la foce del Mincio e del Secchia. Un esemplare da 2 metri e 67 centimetri, per oltre 127 chili di peso, pescato con il filo intrecciato ed un’esca artificiale dai gemelli Dino e Dario Ferrari.

La notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo: i due sono stati addirittura intervistati dalla CNN, la tv americana che sul tema avrebbe già mandato in onda uno speciale. Ma così come farà il giro del mondo la notizia della multa che è toccata ai due provetti pescatori, in particolare a Dino.

Proprio lui infatti avrebbe concluso 'l'atto di pesca'. E come legge regionale prevede avrebbe dovuto ‘smaltire’ il pescione appena pescato, perché considerata specie pericola, una specie importata e dunque ‘alloctona’, parecchio dannosa per la fauna ittica invece autoctona.

A dirla tutta una multa da poco, nell’ordine dei 50 euro. Ma che ha lasciato comunque perplessi i due pescatori dei record. “Pagheremo la multa, non possiamo farci niente – hanno raccontato alla Gazzetta di Mantova – Tecnicamente chi cattura diventa il proprietario del pesce, e quindi deve pagare in proprio lo smaltimento. Il costo per le carcasse animali è di circa 20 cent al chilo, ai quali vanno aggiunti gli oneri di trasporto. Facilmente si superano i 200-300 euro. Sempre che nel frattempo il pesce non vada in putrefazione, diventando a quel punto rifiuto speciale”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siluro da record liberato nel fiume: pescatori multati dalla Regione

BresciaToday è in caricamento