Pioggia e maltempo nella Bassa Bresciana, esonda il fiume Oglio

Da Rudiano a Pontevico si contano i danni del maltempo di giovedì 6 novembre: il fiume Oglio straripa in quattro diversi punti, la Bassa Bresciana si lecca le ferite e conta i danni

Una giornata di pioggia infinita, l'ennesima della stagione. E la Bassa Bresciana si riscopre in pericolo, con il fiume Oglio esondato in quattro diversi punti, da nord a sud, da Pontevico alla provincia di Cremona.

Per fortuna nessuna grave conseguenza, nessun ferito. Ma comunque già si contano i danni. In particolare a Roccafranca, dove l'acqua è straripata fino a superare la chiusa artificiale di Torre Pallavicina: ha invaso la strada per Rudiano, ha quasi raggiunto anche il chiosco che si affaccia sul naviglio. La carreggiata è stata interdetta, chiusa con transenne.

Vari danni anche a sud, al confine con Cremona. Dalla parte bresciana qualche frana, con l'acqua che ha eroso le 'basi' del bosco. Alto rischio per legna e detriti nell'alveo del fiume.

Meno preoccupante la situazione alle Sabbionere, alla confluenza con lo Strone a Pontevico, ai Monticelli di Verolavecchia. L'Oglio è esondato in vari punti, ma solo nelle sue previste aree di sfogo, una sorta di corsia d'emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento