Cronaca

Scioperi per disdetta contratto Fiat: l'Iveco incrocia le braccia

Sono inziati in tutti Italia gli scioperi promossi dalla Fiom contro la disdetta Fiat del Contratto nazionale e di tutti gli accordi in vigore nel gruppo. Ieri è stato il turno dei lavoratori bresciani dell'Iveco

Sono iniziate le assemblee in sciopero nei vari stabilimenti del gruppo Fiat, annunciate martedì scorso dalla Fiom, a seguito della disdetta del Contratto nazionale e di tutti gli accordi in vigore nel gruppo.


Dopo i primi scioperi di ieri alla Ferrari di Modena, alla Cnh di San Mauro Torinese e alla Marelli di Corbetta, ieri a Brescia è stato il turno della Iveco: "In numerose realtà del gruppo Fiat il malcontento coinvolge anche i delegati delle altre organizzazioni sindacali - si legge in una nota della Fiom - La prossima settimana sono previste assemblee unitarie retribuite per spiegare ai lavoratori le conseguenze della fuoriuscita dal Contratto nazionale e la limitazione dei diritti e delle libertà sindacali contenute nell'accordo di Pomigliano che la Fiat vuole estendere a tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scioperi per disdetta contratto Fiat: l'Iveco incrocia le braccia

BresciaToday è in caricamento