rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Lutto nel mondo della medicina: morto noto primario d'ospedale

Aveva 92 anni il dottor Eugenio Beluffi, ex primario del reparto di Pediatria dell'ospedale di Asola: martedì i funerali

Nella sua lunga, lunghissima carriera ha visitato e curato centinaia e centinaia di bambini e ragazzi: per decenni ha lavorato all'ospedale di Asola, nel reparto di Pediatria, di cui è stato primario per più di 20 anni, fino alla pensione. E' morto nell'abbraccio dei suoi familiari il dottor Eugenio Beluffi: classe 1929, aveva già compiuto 92 anni. 

Lo piangono le sorelle Anna e Maria Rosa, i nipoti Ariella, Giovanni, Felice, Chiara, Elena Arturo, i pronipoti: i funerali saranno celebrati martedì mattina, alle 9.30 nella cattedrale di Sant'Andrea di Asola. Originario di Canneto sull'Oglio, dove sarà sepolto, si era diplomato a Cremona e poi laureato in Medicina a Parma, prima di conseguire la specializzazione in Pediatria.

Dottore e volontario: una vita per gli altri

Ha sempre lavorato all'ospedale di Asola, ma si è sempre prodigato nel volontariato e nella solidarietà. E' stato volontario per la Croce Rossa, e tra i più attivi sostenitori dell'associazione Amici dell'ospedale. Tra i suoi innumerevoli pazienti impossibile non citare la ministra Elena Bonetti, quando era bambina.

Beluffi era anche un grande appassionato di montagna, un camminatore. Tantissimi i messaggi di cordoglio pubblicati in queste ore. “Era una persona speciale – scrive Giovanna – Chi non ricorda almeno una passeggiata con lui in montagna. Il suo instancabile camminare era segno del suo instancabile andare verso, andare tra, andare con”.

“Grazie per tutto quello che hai fatto per noi – scrive Marco – Ci sei stato sempre, per tutta la gente che hai aiutato. La santità sta nell'amare il prossimo come te stesso: tu hai dedicato tutta la vita agli altri”. “Un grande medico, e soprattutto un grande uomo”, il commento di Enzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo della medicina: morto noto primario d'ospedale

BresciaToday è in caricamento