menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La voragine nella zona dei laghetti di Esine (fonte TBnews)

La voragine nella zona dei laghetti di Esine (fonte TBnews)

Enorme voragine in paese: sprofondano prati e laghetti, a rischio il campo sportivo

Restano inagibili via Grigna e il campo sportivo di Esine: nell'area venerdì mattina si è formata un 'buco' del diametro di 10 metri. Esperti al lavoro per capire le cause.

Resta alto il livello d'allerta nella zona dei laghetti di Esine, dove lo scorso venerdì si è aperta un'enorme voragine che ha fatto sprofondare prati e campi. Un 'buco' di ben 10 metri di diametro, che ha creato preoccupazione e stupore in paese. Un fenomeno in realtà  non nuovo per la zona, interessata fin dal '700 da eventi carsici. Una voragine di tale vastità non si apriva però da diversi secoli e ha quindi creato allarme trai residenti.

I danni maggiori in via Grigna, la strada che appunto ospita i laghetti, e al centro sportivo: perfino le porte da calcio si sono abbassate, come le recinzioni, mentre sul muro sono presenti alcune crepe.
L'area è stata immediatamente recintata e dichiarata inagibile e così resterà finché non saranno pronti i risultati degli esami condotti in questi giorni dai geologi.

Gli esperti sono al lavoro non solo per capire le cause del cedimento, ma per escludere eventuali nuovi fenomeni che potrebbero interessare la zona rossa e causare non pochi problemi all'impianto sportivo, così come alla tubature della fognatura e del collettore che sono state posate sotto via Grigna. I controlli sono effettuati attraverso dei moderni sistemi a ultrasuoni che sondano il terreno per cercare di individuare possibili cavità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento