rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Uranio impoverito: sclerosi multipla per un ex soldato bresciano

Ancora un morto e due soldati ammalati a causa delle mancate protezioni contro la contaminazione da uranio impoverito nell'esercito. Il soldato bresciano: "Nel 2004 mi sono congedato e nel 2009 mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla"

Ancora morti e malati per possibile contaminazione da uranio impoverito. A denunciare gli ultimi casi l'Associazione Vittime Uranio, attraverso il suo blog.

R.D., un ex militare della provincia di Brescia denuncia di "aver prestato servizio nel 2003 presso il poligono militare di Perdasdefogu come ufficiale di complemento dell'Aeronautica militare. Nel 2004 mi sono congedato e nel 2009 mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla".

"Mio marito è morto lo scorso luglio a soli 50 anni di tumore al pancreas dopo 10 anni di missioni. Faceva il disinfettore", scrive la vedova di M.S., di Cagliari, primo maresciallo dell'Esercito. 

Infine un ex militare di Palermo: "dal 2000 al 2003 ho prestato servizio come volontario in ferma breve nell'Esercito, a cavallo tra il 2001 e il 2002 sono stato comandato in missione all'estero, in Kosovo, per circa quattro mesi. A febbraio del 2009 mi è stato diagnosticato un tumore al testicolo in stadio avanzato. Mi è stato anche asportato un rene. Ho presentato domanda per la causa di servizio, ma è stata rifiutata".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uranio impoverito: sclerosi multipla per un ex soldato bresciano

BresciaToday è in caricamento