Padre di famiglia morto in cantiere: 5 persone indagate per omicidio colposo

Operaio 'fantasma' per mesi, la procura di Como ha iscritto 5 persone nel registro degli indagati per la morte del 48enne di Edolo Zyber Curri.

Zyber Curri

Sono passati quasi due anni dalla morte improvvisa e tragica di Zyber Curri, operaio 48enne di origine kosovara, ma di casa da tanti anni a Edolo con la famiglia. Era il dicembre del 2018: Curri era al lavoro nel cantiere di una centrale di elettrica in Val Cavargna, nel Comasco, quando è precipitato in un dirupo battendo più volte la testa sulle pietre. Per lui non c’era stato più nulla fare. Solo ora le indagini, avviate dalla procura di Como, sono arrivate fare luce sulla vicenda.

Per lunghi mesi infatti il 48enne è stato un operaio ‘fantasma’, data l’impossibilità di riuscire a stabilire la ditta per cui effettivamente lavorava. Tutte le imprese edili chiamate in causa dagli investigatori negavano infatti di conoscerlo. E allora perché si trovava in quel cantiere, e per 6 giorni alla settimana, per raggiungere il quale usava pure un’auto aziendale? A questa domanda ha dato risposta la procura, che al termine dell’inchiesta ha iscritto 5 persone nel registro degli indagati. L’accusa è di omicidio colposo aggravato.

Nei guai l’amministratore delegato della Hera Srl di Gallarate, ditta per la quale il 48enne risultava assunto al momento del tragico incidente sul lavoro. Ma per chi indaga Giuseppe Argentieri, amministratore delegato di tale azienda, avrebbe presentato un contratto falsificato proprio per evitare guai. Indagati anche l’amministratore delegato e il consulente della Edilnova Srl - Maria Teresa e Livio Bettolini - che risulta essere l’impresa per conto della quale Curri effettivamente lavorava. Chiudono l’elenco Carlo Graneroli, coordinatore del cantiere comasco, e Gabriele Andreoli, titolare dell’omonima azienda.

Una svolta che la moglie e i quattro figli dell’uomo attendevano da tempo. Stando a quanti raccontò la primogenita del 48enne subito dopo la tragedia, nessuno si preoccupò di avvisarli del decesso del padre: solo un suo ex collega, in tarda serata, comunicò loro l’accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Malore in casa, Vigile del Fuoco muore tra le braccia della moglie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento