Evasione da record: mezzo milione di "nero" con 15.000 scontrini irregolari

Nei guai il titolare di un negozio della Valcamonica, un cinese di 44 anni: in due anni di attività avrebbe evaso il fisco per più di mezzo milione di euro, producendo circa 15mila scontrini irregolari

Evasione fiscale da record in un negozio della Valcamonica: il titolare dell'esercizio, un negozio specializzato in “oggettistica varia e casalinghi”, in soli due anni di attività avrebbe prodotto più di 15mila scontrini irregolari, evadendo al fisco la bellezza di mezzo milione di euro.

Il titolare del negozio è un cinese di 44 anni – F.X. le sue iniziali – che a conti fatti sarebbe riuscito a frodare il fisco per circa 20mila euro al mese. La sua strategia era ingegnosa: per ogni scontrino battuto, sottraeva parte di quanto incassato aggiungendoci un “abbuono” oppure addirittura annullandolo.

A far scattare il giro di vite sugli scontrini sospetti un controllo effettuato dalla Guardia di Finanza di Edolo lo scorso gennaio. All'uscita dal negozio, un ignaro acquirente (che aveva appena acquistato dei fiori finti) aveva uno scontrino che riportava l'indicazione “abbuono”, con un importo notevolmente inferiore rispetto a quanto effettivamente corrisposto dal cliente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento