menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Oglio a Edolo. Fonte: web

L'Oglio a Edolo. Fonte: web

Donna nel fiume trascinata dalla corrente: pensionato e richiedente asilo la salvano

Senza esitazione, i due si sono buttati in acqua per salvare la donna, che potrebbe essersi buttata tentando il suicidio

Un corpo di donna a pancia in giù trascinato dalla tumultuosa corrente del fiume Oglio. Questa la scena alla quale hanno assistito alcuni cittadini di Edolo nei pressi della passerella nei pressi del centro del paese. Lanciato immediatamente l'allarme, le urla sono state udite da un pensionato 70enne che stava curando il proprio orto. La storie è riportata dal quotidiano Bresciaoggi. 

Il pensionato non ha esitato un attimo ed ha deciso di intervenire. Correndo lungo l'argine del fiume, si è diretto in un punto dove è possibile entrare in acqua, si è immerso fino alla cintola e con tempismo perfetto è riuscito ad afferrare il corpo della donna. Contemporaneamente, un richiedente asilo di 30 anni originario del Mali, residente a Vezza d'Oglio, che aveva assistito a tutta la scena, si è buttato nel fiume per aiutare il pensionato. Assieme a un altro anziano, i tre hanno trascinato il corpo a riva, e hanno atteso l'arrivo dei soccorsi. 

La donna, una 46enne, se l'è cavata con la frattura di un piede e diverse escoriazioni causate dall'impatto con le rocce in acqua (il corpo durante la discesa è anche caduto da una cascatella di tre metri). La donna potrebbe essere caduta in acqua volontariamente, in un tentativo di suicidio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento