Stroncato dalla malattia, muore l'imprenditore Domenico Leali: lascia moglie e figli

Morto a 73 anni Domenico Leali, fondatore della fonderia Le-Sa di Pozzolengo: è stato ucciso da un male incurabile

Domenico Leali (Fonte: Facebook)

"Un uomo unico, un esempio di volontà, serietà e coerenza", così i dipendenti e gli amici ricordano Domenico Leali, noto imprenditore di Desenzano e socio fondatore con Francesco Salvini della fonderia Le-Sa di Pozzolengo.

Ucciso da un male incurabile, contro cui ha lottato a lungo, si è spento martedì, all'età di 73 anni: oltre ai figli Rubens e Daniela, alla moglie Silvana e alla mamma Livia, lo piange una comunità intera.

Leali, meglio noto con il soprannome 'Menec', era infatti molto conosciuto e amato a Desenzano. Sono centinaia i messaggi di cordoglio affidati ai social: "Un signore e un lavoratore di altri tempi", si legge. In molti lo ricordano per la grande generosità e sono davvero tantissimi gli ex dipendenti che elogiano le capacità imprenditoriali e le qualità umane.   

"Ho avuto il privilegio di lavorare per lui e con lui dal lontano 1988 fino al 2004, frequento tutt’ora la sua azienda e vado orgoglioso di dire di averlo conosciuto profondamente. Un uomo la cui generosità e disponibilità non va messa in discussione. Serio e talvolta duro sul lavoro ma sempre per giustificato motivo", scrive un ex collaboratore. Mentre gli amici del Bar Combattenti di Piazza Cappelletti lo ricordano per l' allegria e la risata contagiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

Torna su
BresciaToday è in caricamento