"Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

Non una ma tre denunce penali a carico del 40enne di Bassano del Grappa fermato sabato notte a Desenzano del Garda dalla Polizia Stradale

Foto d'archivio

Per fare un favore all’amico che aveva bevuto troppo, si è offerto di guidare la sua auto: peccato che la sua patente fosse stata revocata nel 2006, e che anche lui avesse bevuto qualche bicchiere in più del dovuto. Non solo: il 40enne di Bassano del Grappa beccato sabato sera dagli agenti della Polizia Stradale di Desenzano è risultato positivo anche al test antidroga.

E’ stato fermato in tarda serata non lontano dal casello dell’autostrada. Era in auto insieme ad altri amici, tra cui il proprietario del veicolo: quando gli agenti gli hanno chiesto il classico “patente e libretto”, lui non ha saputo rispondere. E per questo è stato fatto scendere dall’auto, per essere identificato.

Patente revocata da 13 anni (e guidava ancora)

I primi accertamenti hanno confermato la revoca della patente da 13 anni: dopo l’ennesimo sgarro, è certo che non potrà mai più guidare un’auto in Italia. Come da prassi, è stato sottoposto anche all’etilometro: è risultato positivo, con un tasso alcolemico di 1,4 grammi per litro di sangue, e cioè quasi tre volte oltre il limite consentito dalla legge.

Come detto, anche il successivo test antidroga ha dato esito positivo. E per lui, inevitabili, sono scattate ben tre denunce: per guida senza patente, guida in stato d’ebbrezza e guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Non è l’unico ad essere finito nei guai: in poche ore la Polstrada ha ritirato 10 patenti di guida.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

  • In pensione da poco, notaio va in vacanza e si schianta: morto sul colpo

  • Ucciso dal cancro a soli 34 anni: il dolore della moglie e dei due figlioletti

Torna su
BresciaToday è in caricamento