Cronaca Via Dante Alighieri

Minacciano di tagliare le dita a un imprenditore: due in manette per estorsione

Il fatto risale a una settimana fa, venerdì l'arresto dei malviventi, rei di aver minacciato un imprenditore desenzanese e i suoi famigliari

Desenzano: Commissariato di Polizia

Nel pomeriggio di venerdì, un’operazione del Commissariato di Desenzano ha portato all’arresto di M.S. (cittadino albanese del 1959) e di Z.L. (bresciano del 1945) per estorsione ai danni di un imprenditore locale.

La vicenda risale allo scorso 24 maggio, quando l'imprenditore ha iniziato a ricevere una serie di gravi e reiterate minacce, tra cui la prospettiva del taglio delle dita di una mano con una cesoia, che si sono poi estese anche ai componenti della famiglia.

Cinque giorni più tardi, l’imprenditore ha incontrato personalmente M.S. all’interno di un bar di Desenzano, dove gli è stata intimata la consegna di 25.000 euro.

Dopo aver fissato un secondo appuntamento, spaventato ha deciso di rivolgersi al Commissariato di Desenzano.

Gli agenti, diretti dal Vice Questore Aggiunto Salvatore Borgesano, lo hanno seguito nel secondo appuntamento, intervenendo al momento della cessione del denaro e bloccando i due malviventi mentre cercavano di allontanarsi a bordo di un'auto.
 
Arrestati per estorsione, per loro si sono spalancate le porte del carcere di Canton Mombello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciano di tagliare le dita a un imprenditore: due in manette per estorsione

BresciaToday è in caricamento