Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Desenzano: trappole e veleni, in centro è caccia al topo

Al via la seconda campagna di derattizzazione dopo il primo tentativo riuscito a metà della scorsa primavera: a seguito dell'estate una piccola invasione di topini. Sistemate trappole e veleni per il centro storico

A Desenzano è cominciata la caccia grossa al topo. Nessuna pantegana di cittadina memoria ma qualche ‘topastro’ non sempre giocherellone che si aggira per le vie del secondo Comune della Provincia di Brescia: già si era corsa ai ripari la scorsa primavera, la pioggia però ha vanificato il forte investimento nei termini di veleni e trappole.

Da qualche giorno allora di nuovo in pista, con la società esterna che si occupa della vicenda (con sede a Gavardo) che ha già avviato il rinnovato processo di derattizzazione, ‘piazzando’ trappole e tossine letali per i topini praticamente lungo tutto il centro storico, dal lungolago al Porto Vecchio.

La piccola invasione dei topi lacustri è spesso naturale conseguenza della lunga stagione estiva: all’aumento della popolazione infatti corrisponde l’aumento esponenziale della produzione di immondizia, anche legata a cibo e umido commestibile.

Dall’assessorato all’Ambiente intanto le prime considerazioni: “Negli anni i topi si sono fatti più furbi. E anche noi dovremo agire di conseguenza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano: trappole e veleni, in centro è caccia al topo

BresciaToday è in caricamento